Chi siamo

alex-nosotros

Alejandro Pérez-Malumbres Landa

Archeologo e Guida ufficiale del turismo

Con oltre trent’anni di esperienza come archeologo e venti come guida turistica ufficiale, ho sempre cercato di combinare la ricerca con la diffusione del patrimonio storico, con particolare interesse per i nostri immediati dintorni, l’Andalusia.

Come guida turistica ufficiale ho lavorato con clienti di ogni genere, dagli studenti delle scuole elementari agli studenti universitari. E ovviamente gruppi di viaggiatori di età e nazionalità diverse, commissionati da diverse agenzie nazionali e internazionali, hotel o gestiti direttamente, preferibilmente in gruppi privati.

Ho anche fatto visite in tutta l’Andalusia come interprete-guida, lavorando per la società pubblica per la gestione del turismo e dello sport in Andalusia (turismo andaluso), l’ente del turismo della Costa del Sol, i consigli comunali di Malaga e Marbella, in viaggio di familiarizzazione con la destinazione con gruppi di tour operator (Fam Trips), nonché giornalisti guida (Press Trips) specializzati in cultura, viaggi o gastronomia, da media scritti, blogger o televisori di tutto il mondo, come National Geographic, RAI, NHK, Sky TV, Icona, ecc.

Nel mondo della diffusione del patrimonio storico, ho curato diverse mostre su vari temi e ho collaborato in altri come regista di documentari, selezionando pezzi e realizzando schede di catalogo o scrivendo testi per pannelli e cataloghi. Ho anche scritto testi informativi commissionati dalla Diputación de Málaga o dalla redazione Planeta.

A Tarifa, la città in cui lavoro come archeologo comunale, ho fatto la base di un piano museale, nonché del materiale per la visita al suo famoso castello di Guzmán el Bueno o una guida ai beni storici e naturali.

Sempre con l’obiettivo di far conoscere i risultati dei progetti a cui ho partecipato, offro o organizzo conferenze dove sono stato richiesto, siano esse informative o in occasione di conferenze accademiche.

E, naturalmente, ho una lunga esperienza professionale in archeologia, lavorando sia per enti pubblici (Malaga, Tarifa, Algeciras, Vélez-Málaga, Alhaurín el Grande e Junta de Andalucía) sia per aziende private. Ho studiato siti di epoche diverse, dall’età del bronzo, fenicia, romana, musulmana medievale e cristiana fino all’età moderna, con particolare interesse per l’archeologia a sostegno del restauro di monumenti.

Victor-nosotros

Víctor Manuel Heredia Flores

Storico e Documentarista

Laurea in storia contemporanea e dottorato di ricerca presso l’Università di Malaga con la tesi dal titolo “Gestione privata e municipalizzazione nella fornitura della città di Malaga. Il business delle Torremolinos Waters (1860-1930)”. Ha partecipato al progetto “Statistiche storiche dell’Andalusia” dell’Istituto di statistica dell’Andalusia ed è stato professore di archivi nei seminari sull’occupazione “Arca della memoria” e “Poster della memoria”, sviluppato nell’archivio storico comunale di Antequera. Si è anche occupato dell’organizzazione dell’Archivio dell’Istituto “Vicente Espinel” e di vari archivi privati.

Ha svolto vasti lavori di ricerca in settori come la storia dell’educazione in Andalusia, la ricostruzione di serie statistiche storiche regionali e la storia del servizio pubblico e industriale nella provincia di Malaga. È l’autore, da solo o in collaborazione, dei libri di Gaona. Dalla Congregazione di San Felipe Neri all’Istituto di istruzione secondaria (1739-2002), Fonti di Malaga, Statistiche del 20 ° secolo in Andalusia, Statistiche storiche dell’istruzione e della cultura in Andalusia. 20 ° secolo, lo sguardo recuperato. Memoria di donne per le strade di Malaga, Malaga tecnologica. L’introduzione e l’impatto delle nuove tecnologie sullo sviluppo industriale della città (1950-2012,) Malaga, ieri e oggi, Memorie di Malaga di ieri e di oggi, Ritratti di un tempo. Vicente Tolosa, Malaga 1900-1915 e El “Romero Robledo”. Cento anni di scuola pubblica.

Ha anche partecipato a diverse opere collettive e ha combinato la ricerca e l’insegnamento con la partecipazione ad attività di sensibilizzazione culturale e collaborazioni in vari media, come i giornali Sur e Málaga Hoy, le stazioni radio Cope e Onda Azul e il canale televisivo Onda. Azul, in cui ha presentato il programma “La mirada recuperada” durante una stagione di 26 episodi. Dal 2002 ha sviluppato i programmi “Donne e patrimonio storico” per la zona di uguaglianza del consiglio comunale di Malaga, che combinano la diffusione del patrimonio con il recupero del ruolo delle donne nella società di Malaga e la loro impronta nella pianificazione urbana. Ha partecipato alla celebrazione di attività e conferenze organizzate dalla Royal Academy of Noble Arts of Antequera, dalla sottodelegazione del governo di Malaga e dal Malaga Film Festival-Malaga Festival (MaF), tra le altre istituzioni.

È stato curatore di numerose mostre, come “Gaona, memoria del vecchio Istituto” (2003), “La mirada recuperada” (2007) e “Gaona y el mar. Il Royal College di San Telmo e le lezioni di nautica presso l’Istituto di Malaga ”(2015). Ha anche preparato uno studio storico sull’edificio che ospita il Museo del vetro e del vetro e l’ambiente di San Felipe Neri. È inoltre membro dell’Editorial Board della rivista Antequerano Studies Magazine, del Consiglio consultivo per i taccuini Rebalaje e del Comitato scientifico della Collezione Studia Malacitana del Servizio pubblicazioni UMA. È membro corrispondente della Royal Academy of Noble Arts of Antequera. Attualmente è professore associato di Storia economica all’Università di Malaga.

Clienti e collaboratori

WordPress Lightbox Plugin